Eurolifesaving 2019 – Che figata!

europeidomenica 015

Che figata ragazzi!

di Mauro Romanenghi

Oggi parliamo anche un po’ di gare. 

Ieri sono impazzito per cercare di fare le foto, scrivere, vedere le gare, ci mancava solo che mi dessero le chiavi sistemavo il bordo vasca e chiudevo. Oggi allora mi sono detto che devo stare più sul pezzo quindi sono rimasto a scrivere durante le batterie del mattino, dopo una bella colazione. Non c’è niente come una bella colazione per iniziare bene la giornata. Che figata!

Ieri sempre una bella giornata di sole. Nell’intervallo delle batterie e finale vado a vedere il campo gara al bagno 12. Tutto bellissimo, campo gara transennato di 130 metri, tendoni per squadre e giuria, maxischermo da cinema e ragazzi a fare allenamento, sole e cozze aperte sulla spiaggia. Forse qualcuno si é fatto un’impepata in alto mare. Sarei rimasto lì tutto il giorno, ma le gare mi hanno richiamato all’ordine come i polpi nei vasi, le aragoste nelle nasse e i merluzzi nelle reti sono cascato in piscina. 

Insomma tutti questi pesci mi hanno messo fame, e quindi domenica sono andato a mangiare una bella grigliata di pesce con il Fogliani. Che dopo due milioni di podcast, abbiamo conosciuto dal vivo. Una figata pazzesca.

fritto

Fritto da re

 

Vedere le gare dal vivo é molto entusiasmante. Direte voi che le ho sempre viste dal vivo. Vabbè, ma dal vivo un Europeo no. Poi certo conoscere un po’ tutti é sempre come essere a casa.

Allora parliamo di gare. Sette gare consecutive vinte all’esordio di un Europeo non é facile, si poteva fare otto con la staffetta ostacoli ma anche se i ragazzi della Senior ce l’hanno messa tutta con un record italiano é arrivato solo l’argento. Siamo incontentabili.

Anche oggi un po’ di marachelle negli agganci del super. Ci sta, sono ragazzi. Così se ne va il titolo Youth femminile che era già nelle tasche della Pasquino, e la vena del CT si gonfia in maniera irripetibile. 

Tra l’altro si rovina un poker memorabile con un aggancio sciagurato in 10 secondi. Infatti l’Italia ha vinto con Meschiari, Gilardi, Caserta le gare assolute e Youth di ostacoli e super. La Pasquino é seconda dopo il trionfo a ostacoli. Peccato, sarebbe stata una figata pazzesca.

Mauro Ferro si arrabatta in tutti i modi per battere Danny Wieck. Mancano quindici centesimi. Ma ci siamo quasi. 

Ippolito invece schizza fuori dalla presa del misto e va a vincere con 59”99. Ci siamo quasi per il record anche qui, ci siamo promessi che ci riproviamo agli Interclub.

Eterna sfida fra due eterne rivali. Magali e Silvia. Una vince misto con il nuovo record europeo, più corda, più staffetta manichino. L’altra ostacoli, super, staffetta ostacoli. Un duello infinito. 

europeidomenica 119

La sfida infinita Meschiari Rousseau

 

Segnatevi questo nome. Nina Holt. Trasporto con una flemma olimpica, sia pinne che manichino. Anno 2003, ancora due anni di categoria, fisico tipico da tedesca, bassa e tozza come potete immaginare.

Gilardi anche lui doppietta ostacoli e super come Silvia Meschiari. Sfiorato il record del mondo di super. Con Sanna, esperienza e certezza della nazionale.

Record storico battuto dalla staffetta trasporto maschile, quello della staffetta Rane Rosse di Montpellier, che fu record del mondo. Bravi ragazzi, una figata.

E con questo non potete dire che le gare non le ho seguite.